Qual è l’investimento economico che ogni locale deve sostenere per poter garantire alla clientela acqua microfiltrata sempre fresca, pura e sicura? Certamente inferiore a quella che bar e ristoranti si ritrovano a fronteggiare acquistando l’acqua in bottiglie di plastica.

Se al giorno vengono spesi 10-20 euro, e quindi al mese 260-520 euro, quanto sarà costretto a versare annualmente ogni ristoratore per l’approvvigionamento quotidiano di acqua? Cifre notevoli che possono, però, essere dimezzate scegliendo una soluzione Clearwater pratica e poco dispendiosa: il noleggio operativo dei depuratori dell’acqua per le attività ristorative.

Come funziona il noleggio operativo

L’obiettivo è far sì che bar e ristoranti non sprechino le proprie risorse economiche nell’acquisto di bottiglie di plastica, contribuendo attivamente anche alla salvaguardia del pianeta. E allora in cosa consiste la super offerta che Clearwater mette a disposizione delle varie attività ristorative affinché possano garantire acqua potabile altamente buona e sicura ai propri clienti?

Il primo passo da compiere è innanzitutto quello di un sopralluogo: un tecnico esperto esegue una valutazione per capire qual è il sistema di filtrazione più adatto alle esigenze del locale. Segue poi la proposta che è quella del comodato d’uso dell’impianto: tutto ciò che il ristoratore deve fare è versare un piccolo canone mensile con il quale saranno coperti i costi di noleggio e le spese per le tre manutenzioni annuali (obbligatorie per legge).

Manutenzioni incluse nel canone mensile

Nelle tre manutenzioni obbligatorie per legge sono inclusi:

  • il cambio dei filtri all’interno dell’impianto
  • la messa a punto generale, con 40 componenti che saranno prontamente revisionate e rigenerate
  • la sanificazione interna ed esterna mediante un sistema studiato ad hoc
  • la ricarica delle bombole di CO2 (incluse nel canone insieme alle bottiglie silhouette in vetro e al servizio di assistenza garantito in qualsiasi giorno dell’anno).

Se da un lato vi sono clienti che chiedono espressamente acqua in bottiglia, dall’altro si sta diffondendo sempre più la consuetudine di servire acqua in caraffa in linea con le scelte ecologiche e di risparmio che molte attività stanno mettendo in pratica. Ecco allora l’importanza di informarsi il più possibile affinché bar e ristoranti possano ulteriormente migliorare i servizi offerti ai consumatori.